Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

#8marzo le donne fanno fare business

Per la festa della donna, il blog di riferimento per noi tutte rimane quello di Monica D'Ascenzo. In questo spazio dedicato ai paesi emergenti, però, vorrei cogliere l'occasione per ricordare quello che un grande esperto di consumi globali come l'americano  Michael Silverstein (Boston consulting group) va sostenendo da tempo, tanto da scriverci un libro. E cioè che il motore dei consumi mondiali sono le donne, e che negli emergenti questo vale ancora di più. Lo tenga ben in mente, chi vuole esportare in Cina, in India, in Africa, in Indonesia.

Il libro di Silverstein è uscito nel 2010 ma è quanto mai attuale. Si  intitola "Le donne vogliono di più. Capire e conquistare il mercato che cresce di più al mondo". Il messaggio è banale e sorprendente insieme: sono le donne a tenere i cordoni della borsa. Anche nei Paesi emergenti. Anche là dove i loro diritti sono meno rispettati. Là dove la parità è ancora più lontana che da noi.

In Sudafrica, per esempio, a far crescere i consumi è la nuova classe media nera, e al suo interno sono le donne nere a decidere il 40% di tutto quello che viene speso nel paese. In India si stima che nel 2016, cioè fra due anni, le donne controlleranno il 28% della spesa totale in consumi, cioè un terzo. Intercettare i loro gusti, conoscere cosa vogliono, significa sfondare nel mercato.

Mettiamola così: le donne non sono solo una risorsa, morale e materiale. Le donne fanno anche fare business.

Buona festa delle donne a tutte le lettrici. Io sono fra quelle che ci tengono ancora

Festa della donna