Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Pane, Nutella e un caffé per sbarcare in Etiopia

E se fossero la Nutella e il caffè espresso le chiavi per conquistare l’Etiopia?

Archiviati (e per fortuna!) da ottant’anni i tempi delle camicie nere ad Addis Abeba, l’Italia ora prova a prendere gli etiopi per la gola.


Venerdì ad Addis Abeba si apre l’Hotel Show Ethiopia, la fiera dedicata al settore degli alberghi e della ristorazione. E al centro del suo padiglione l’Italia mette l’Accademia del Caffè: assaggi per tutti di caffè espressi, macchiati, cappucini. Poco più in là, un’altra degustazione è servita: dolci e pasticcini in cui Sua Maestà la Nutella sarà la primadonna.

Prenderli per la gola, questi etiopi, potrebbe essere un buon affare. Pochi giorni fa, commentando la classifica 2014 delle città più globali del mondo, Marco Andreassi di A.T. Kearney mi spiegava che il potenziale di Addis Abeba è a torto trascurato.

L’economia dell’Etiopia oggi cresce a un ritmo del 9%, e grazie alle aperture volute dal Governo nel Paese stanno cominciando ad arrivare investimenti esteri significativi, a cominciare dalle banche, dal settore dell’innovazione. E dal commercio, appunto. Il che significa consumatori da soddisfare.

L’Etiopia vi intriga? Per saperne di più, senza per forza dover volare ad Addis Abeba questo weekend, ci sono anche due appuntamenti casalinghi: oggi a Torino e domani a Bologna si apre l’Ethiopian Business Week.